Davide Masotto e Sergio Raccuia quinti al 2° Tindari Rally

Si è concluso con un ottimo quinto posto di classe per l’equipaggio della Passione Motori ASD, composto da Davide Masotto e Sergio Raccuia, il secondo Tindari Rally.

Un debutto al volante sotto la pioggia per Davide Masotto, che dopo aver effettuato lo shakedown sabato pomeriggio su asciutto, si è ritrovato domenica mattina a partire sotto la pioggia e dover domare la potenza della performante Peugeot 106 K10, del preparatore Ignazio Megna Promotor Sport.

Due le prove speciali da affrontare per l’equipaggio della Passione Motori ASD, l’associazione presieduta da Carlo Mirici Cappa, la Morieri di 7 chilometri e la Montagnareale di 4,8 chilometri da ripetersi 3 volte l’una, per un totale di 35 chilometri di prove cronometrate e 94 chilometri di trasferimento.

Davide Masotto

“La mattina vedendo la pioggia, ho capito che avrei dovuto iniziare nuovamente da capo e che quanto appreso nello shakedown era da accantonare – ha dichiarato Davide Masotto -, non ho avuto fiducia per spingere al primo giro con così tanta acqua e quindi ho provato semplicemente a non fare errori. Nel secondo e nel terzo giro la strada si andava asciugando, ed ho riacquisito fiducia iniziando a guidare molto meglio ed i tempi hanno iniziato a darmi ragione. Nel frattempo però è subentrato qualche piccolo inconveniente tecnico che non mi rendeva tanto tranquillo, ma per fortuna il mio navigatore mi ha sempre rincuorato e dato il ritmo per finire la gara al meglio. L’obiettivo era arrivare – ha concluso il pilota Davide Masotto della Passione Motori ASD – e malgrado tutto l’abbiamo raggiunto, quindi non posso essere che soddisfatto”.

Segio Raccuia
Segio Raccuia

“È stato difficile guidare Davide curva dopo curva al primo giro con tutta quell’acqua – ha commentato il navigatore Sergio Raccia -, quindi ho cercato di tenerlo tranquillo e di non fargli commettere errori, che sull’acqua sappiamo bene posso essere molto dannosi. Poi dal secondo giro abbiamo sempre abbassato i nostri tempi e Davide ha iniziato a guidare con le traiettorie giuste, quindi sono molto contento del suo step in avanti ps dopo ps. Al Tindari Rally con quelle condizioni atmosferiche era difficile anche semplicemente arrivare – ha concluso Sergio Raccuia – quindi va bene così, era il nostro obiettivo fin dall’inizio e l’abbiamo portato a termine”.

Il 2° Tindari Rally, manifestazione voluta e organizzata dalla CST Sport è stato vinto per il secondo anno consecutivo da Totò Riolo e Gianfranco Rappa su Mitsubishi EVO X di classe N4 della LB Tecnorally. La manifestazione ha visto ai nastri di partenza anche Tony Cairoli, l’otto volte Campione del Mondo di Motocross, che ha corso il suo primo rally sulla Reanult Clio Super 1600 firmando anche la PS 2, con cui ha chiuso primo tra le S1600 ed in sesta piazza assoluta.

 

Gdiges

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.